Orio Virtual Team

Volo simulato IFR, VFR, Virtual Airline, tutorial, piani di volo.
Oggi è 21 novembre 2017, 20:18

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 5 febbraio 2011, 16:07 
Non connesso
Poiana
Poiana

Iscritto il: 6 marzo 2010, 9:59
Messaggi: 2097
Località: RAD 223° 28.5 nm ANC VOR: Matelica (MC)
I-BABA ha scritto:
Visto il mio poco tempo per volare, offline o online, ultimamente ne sto approfittando per approfondire un pò certi aspetti della simulaizone!

Non mi è mai piaciuto fare il passo più lungo della gamba, e allora prima di buttarmi a capofitto su ivao con un liner, ho deciso di fare qualche pianificazione IFR con C172 o Baron.

Ora mi piacerebbe il parere degli esperti per sapere se ho fatto bene e soprattutto per sciogliere un paio di dubbi!

Il piano prevede decollo da LIPE e atterraggio a LIPZ.

Prendiamo ad esempio di decollare per pista 12 e dopo la procedura di salita iniziale, seguire la SID FER 5L.

Da FER NDB seguirò l'aerovia M859 fino a CHI VOR.

Ora il primo dubbio...sulle carte di LIPZ vedo che ci sono le link routes e le STAR vere e proprie.
Non sono riuscito a trovare qualcosa di soddisfacente sulle link routes, e la mia interpretazione è che si tratti di rotte di collegamento che ti portano o ad attraversare l'ATZ oppure ad una STAR, ma il dubbio rimane!

Anche io devo approfondire il discorso Link perchè, così ad occhio credo di aver capito ma credo che un po' di addestramento al riguardo mi faccia solo bene quindi, appena ho Marco a disposizione armato di pazienza lo disturbo.
Attenzione però a quanto scrivi qui sotto. Ai fini del volo non ti cambia nulla perchè tu fai quello che c'è scritto sulla carta. Però la STAR di LIPZ non inizia a LATUS. A LATUS sei già dentro il path dell'ILS04R e quindi la STAR è terminata (ovviamente qui mi aspetto una martellata sapete voi da chi!?!:) )[/quote]

I-BABA ha scritto:
Comunque,da CHI VOR seguo la link routes CHI 3A (fattibile senza RNAV) che mi porta fino al punto dove inizia la STAR, cioè su LATUS.


I-BABA ha scritto:
Da qui verrò felicemente autorizzato a un atterraggio ILS LOC Z sulla pista 04R di LIPZ.

Durante il volo offline ho provato anche le holding su CHI VOR e su LATUS per allenamento.

Alla fine il mio piano di volo dovrebbe essere se non sbaglio:

FER M859 CHI giusto?

GIUSTO. Ma non scrivere insieme ILS e LOC che sono due cose differenti. Mentre l'ILS ti "porta" dolcemente verso la pista, l'altra procedura di indirizza dicendoti dov'è ma solo in orizzontale, la discesa la devi fare tu leggendo le quote sulla carta.

I-BABA ha scritto:
Ora un'altra domanda.
Le altitudini...le TA sia di LIPE che di LIPZ sono 6000 ft e il volo essendo diretto a nord deve mantenere un livello pari.
In più, l'aerovia inferiore M859 non ha un limite inferiore, dunque io ho scelto di fare il volo a 8000 ft sul QNE.

La domanda è, potrei volare anche sotto la TA?

La TA non è un limite, è solo il passaggio fra QFE e QNH quindi non prenderla in considerazione se non per il regolaggio altimetrico.
Secondo me non ti conviene salire fino a 8000 ft (che poi sarebbe FL80 viste le TA del due aerodromi) ma tenerti a 6000 ft così devi scendere di soli 1000 ft per arrivare alla MEA iniziale di CHI3A, poi il resto va bene.

I-BABA ha scritto:
Un'altra domanda...parlando di navigazione VOR to VOR, con un aereo così piccolo (rispetto a un liner) e per motivi non commerciali, tipo un volo privato, sono sempre obbligato a usare le aerovie? (che tra l'altro penso siano a pagamento alcune)

Immagino che per i decolli e gli atterraggi ci si debba sempre attenere alle procedure, ma mi domando se un pilota di C172 che deve fare una breve tratta debba per forza immettersi in una aerovia che magari necessita anche di una quota minima sconveniente per la lunghezza del volo...oppure possa stilare il piano di volo indicando semplicemente le radioassistenze usate...

Sono dubbi più da pilota reale che da sezione IVAO,ma il motto non è "as real as possible"? :P

Ma nessuno obbliga nessuno a fare per forza un ILS se invece vuole fare un VFR. L'unico limite è se ci sono oppure no le condizioni VFR e questo te lo comunica il controllore dopo che gli presenti il piano se non lo hai già visto da solo.
Tu puoi tranquillamente presentare un PdV VFR contenente le radioassistenze ed i punti di riporto obbligatori (quelli SEMPRE!!!) per il resto, anche se il piano di volo è "bislacco e buffo" non te lo possono negare!!!!
I limiti di aerovia e procedure IFR sono SOLO per i voli IFR.
La cosa importante è guardare bene la carta VFR che ti interessa e la prima pagina del fascicolo 5 della carte aeroportuali dove sono indicate le eventuali rotte di ingresso ed uscita dalla ATZ.


I-BABA ha scritto:
un grazie e un bacio in fronte a mi illuminerà :P


GRASSIE!!!! :oops: :oops:

_________________
I-SNAK: Andrea Reani. Skype: andreaernesto.reani OVT0601


Top
   
MessaggioInviato: 6 febbraio 2011, 0:37 
Non connesso
Cigno
Cigno

Iscritto il: 1 novembre 2010, 23:34
Messaggi: 479
Località: Genova
Non so cosa si intende per link route, ma non me ne preoccuperei più di tanto, in ogni caso la carta di LIPZ indica dettagliatamente tutte le rotte e le limitazioni dalle intersezioni di aerovia al finale.
Io credo che anche nel mondo reale se possiede l'abilitazione al volo strumentale, nessuno possa impedire ad un pilota di pianificare un volo IFR con un piccolo velivolo non dotato di sistemi RNav volando VOR to VOR a quota relativamente bassa come si faceva una volta (non vedo perchè dovrebbe volare solo VFR se possiede il ricevitore VOR). Probabilmente, siccome i VOR sono anche intersezioni di aerovie basse, nel piano di volo è obbligatorio inserire i nomi delle aerovie ed ovviamente rispettarne le limitazioni, ma alla fine si tratta sempre di un VOR to VOR.

_________________
Paolo Romanello
I-PARO / OVT0692

[ img ][ img ][ img ]
[ img ]


Top
   
MessaggioInviato: 7 febbraio 2011, 17:18 
Non connesso
Cigno
Cigno

Iscritto il: 1 novembre 2010, 23:34
Messaggi: 479
Località: Genova
Andando a guardare le carte sembrerebbe che non sia possibile un diretto IFR dal VOR BOA al VOR PIS, che comunque volendo avrebbe di mezzo anche il VOR FRZ.
Però credo che l'ATC su richiesta potrebbe anche autorizzarlo, perchè so che i controllori hanno facoltà di dirottare un volo anche all'esterno delle aerovie. Mi è capitato curiosando su IVAO di trovare dei piani VOR to VOR, dichiarati come voli storici, per cui potrebbe essere un modo per far accettare il PDV.
In ogni caso credo sia consentito inserire tra i riporti di un VFR anche le radioassistenze, quindi in teoria si potrebbe volare un VFR come se fosse un IFR e andare belli diritti da Bologna a Pisa.
Se ho scritto delle castronerie spero di essere attaccato da qualche esperto, così ci chiariremo meglio tutti le idee.

_________________
Paolo Romanello
I-PARO / OVT0692

[ img ][ img ][ img ]
[ img ]


Top
   
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net